Wimbledon, Agassi ambasciatore del caffè per Lavazza

1260

Uno dei più prestigiosi tornei di tennis del mondo, un grande campione, un marchio di caffè con 123 anni di storia. Punta a conquistare nuove quote del mercato britannico l’operazione di Lavazza, presente a Wimbledon con un ambasciatore d’eccezione, lo statunitense Andre Agassi, vincitore del Championships nel 1992. “Un matrimonio di successo”, dichiara all’Ansa Marco Lavazza, vice-presidente del gruppo, sottolineando le affinità tra i due marchi. “Wimbledon è storia, tradizione e passione. E anche Lavazza può vantare queste caratteristiche”. Una miscela italiana che ha conquistato i palati di una nazione che da secoli è affezionata al thè. “Ma si può sempre migliorare – scherza Lavazza -. In questi anni abbiamo convertito tanti inglesi, e ora copriamo davvero tutto il mercato”.

Ambasciatore globale
Ambasciatore globale di Lavazza, Agassi è presente sui prati di Church Road per assistere al torneo che ha vinto ormai 26 anni fa, una vittoria che non è stata facile e che non è arrivata subito. Come infatti racconta Agassi, “Sono stato sconfitto subito, al primo turno, e sono ripartito convinto che non ci avrei più giocato”. Invece, cinque anni più tardi, avrebbe vinto il suo primo Slam proprio sui prati londinesi.

 

Foto: Lavazza