Stare bene e “sentirsi a casa”: bastano un caffè e una birra

20488

Cosa significa per gli italiani “stare bene” e “sentirsi a casa”? A queste domande risponde la ricerca realizzata da BVA Doxa per Birra Moretti, che evidenzia come la propria famiglia e gli amici siano in grado di procurarci quella forte di sensazione di benessere e rassicurazione. Tra i valori più vicini al concetto di “casa”, troviamo anche il contatto con la natura e la possibilità di viaggiare. Ma “casa” è anche un piatto gustoso, una bevanda, una musica, o un profumo.

Amici, famiglia, rifugio
A ribadire la socialità del concetto di “sentirsi a casa”, dalla ricerca emerge come per gli italiani esistono delle persone, in grado di procurarci quella forte sensazione di benessere e rassicurazione, legata allo stare bene con sé stessi.  Sono, nell’ordine, la propria famiglia (82%) e gli amici (52%). Molto distanziati, alcuni citano anche persone conosciute con mezzi virtuali che ci hanno aiutato a passare un po’ di tempo nei periodi di lockdown (10%) e colleghi di lavoro (10%). In pochi hanno indicato i coinquilini con i quali ho condiviso le esperienze (4%) e i compagni di università (3%). Dall’indagine condotta da BVA Doxa, è emerso che le associazioni d’idee più immediate con il concetto di “sentirsi a casa” sono in primis la casa stessa (54%) e le persone con cui ci si sente a proprio agio, come gli amici (46%). Altri pensano a uno stato mentale (31%) oppure a vari luoghi dove io sto bene (28%), ma anche a un cibo (21%), alla casa dei propri genitori (18%) o al paese d’origine (15%). Gli italiani, però, affermano in gran parte di sentirsi a casa ovunque, l’importante è stare bene con sé stessi (60%).

Cibi e bevande per il benessere
Interessante notare come dall’indagine è emerso che questa sensazione di benessere sia intimamente associata anche a un cibo, un suono, un odore o a una bevanda: per la metà degli italiani a farci “sentire a casa” è il piatto di famiglia (50%) che ci ricorda i pranzi con i parenti, la musica alla quale siamo più legati (42%) o il profumo che ci riporta a circostanze piacevoli (36%). E anche una birra, condivisa in buona compagnia, rappresenta per 1 italiano su 3 (33%) quel piacevole connubio di rilassatezza e spensieratezza che ti fa “sentire a casa”. Se la birra (42%) è la bevanda alcolica per eccellenza della buona compagnia, il caffè vince in valori assoluti con il 57%: la tazzina resta centrale nel rito casalingo della colazione e rappresentazione del sentirsi bene con sé stessi.