Scacco matto al colpo di sonno col caffè e succo di pompelmo

16275

 La fine dell’estate si avvicina e per molti di noi è già arrivato il momento del ritorno a casa, che in tempo di Covid più che mai spesso avviene (o è avvenuto) in auto. Come scongiurare il colpo di sonno al volante, anche per i viaggetti futuri? Che un buon caffè sia amico di chi deve guidare è risaputo, grazie ai superpoteri energizzanti della caffeina. Ma forse non tutti sanno che si può fare di più. Proprio così: per prolungare e potenziare l’effetto stimolante di un profumato espresso, infatti, si può bere subito dopo un bicchiere di succo di pompelmo.

Effetto potenziato
Le ragioni di questo effetto sono una questione di chimica. Il succo di pompelmo è una bevanda particolarmente ricca di naringenina, un tipo di flavonoide responsabile del caratteristico sapore amaro e in grado di bloccare lo smaltimento del caffè da parte del fegato. Così, l’effetto della caffeina è potenziato e di durata maggiore. Attenzione, però: la naringenina ha un potente effetto anche su alcuni farmaci, per cui si consiglia a chi li assume di parlare con il proprio medico prima di consumare il gustoso agrume.