Robot al posto dei camerieri? Succede al Gran Caffè di Rapallo

6996

Il locale, a due passi dal mare, era frequentato negli anni d’oro da Ernst Hemingway, Eugenio Montale ed Ezra Pound. Oggi il Gran Caffè di Rapallo, in Liguria, ha preso una strada hi tech: a seguire i clienti ci sono i robot. Chi serve ai tavoli sono ora due Xiao Ai, modello di robot bianco e rosso o bianco e blu che richiama l’immagine del cameriere con grembiule, pettorina e bandana. Con un cuore e una mente di sofisticata tecnologia made in China. Il ristorante-bar, che spazia dalla cucina italiana a quella giapponese, è tra i precursori di questa novità.

Nessun pericolo per gli “umani”
Gabriele Hu, titolare del Gran Caffè di Rapallo, sottolinea che i due automi “sono una forma di intrattenimento. Probabilmente, siamo i primi in Italia, senz’altro i primi in Liguria a utilizzare i robot”. Ma “dev’essere ben chiaro che non licenzieremo nessuno. Nessuno sarà sostituito dai robot”. In effetti l’ordinazione dei clienti viene fatta a camerieri umani che trasmettono la comanda in cucina. La consumazione viene posta sui vassoi dei robot che si recano al tavolo grazie ai ‘binari’ per servire i clienti. I robot rispondono a eventuali interlocutori, così come fanno gli assistenti digitali su alcuni tipi di cellulare. “Saranno pienamente operativi da mercoledì 8 maggio”, ha spiegato Gabriele al quotidiano Il Secolo XIX.