Raf Coffee, la ricetta russa per il caffè

12579

 Fino a qualche anno fa era la moda di Mosca, ma poi il Raf Coffee (che pare si chiami così da Rafael, il nome di un cliente) ha conquistato la Russia e addirittura anche la Repubblica Ceca e la Bielorussia. Ma ritorniamo alle origini. Nel 1996 a Mosca c’è una sola caffetteria e lì il famoso cliente Rafael chiede al suo barista di fiducia “qualcosa di nuovo e dolce”, partendo dalla sua miscela preferita di caffè. Fuori fa freddo e tira vento e il barista non bada alle calorie. E così inventa questa preparazione a base di sciroppo di vaniglia, zucchero vanigliato e panna liquida. E caffè, ovviamente. Anzi, caffè espresso doppio.

Basta un pizzico di… vapore
Volete provare? E’ molto semplice ma richiede la lancia a vapore, quindi o una macchina da casa accessoriata o la collaborazione del vostro barista preferito. Pronti? Via. In una lattiera, si versano lo sciroppo di vaniglia e lo zucchero vanigliato nelle quantità desiderate (per una prima volta consigliamo di non esagerare), poi il caffè espresso doppio e quindi la panna liquida, circa 150 ml. Qualcuno ne mette molta di più, ma… non siamo in Russia e non fa altrettanto freddo. Con una lancia a vapore si monta il composto fino a quando non risulta lucido. A questo punto lo si può trasferire in una tazza da cappuccino o in un bicchiere alto per il latte macchiato e decorare a piacere. Il Raf Coffee è pronto da gustare!