Problemi di digestione? Basta un caffè

18492

 Problemi di digestione? Si possono risolvere con… una tazzina. Il consumo di caffè, sempre in quantità moderate, favorisce la corretta funzionalità del nostro apparato digerente. A dirlo è un nuovo studio condotto dall’Institute for Scientific Information on Coffee (Isic) e pubblicato sulla rivista Nutrients. Tra l’altro, perchè le buone notizie non sono finite, l’espresso aiuta anche a prevenire i calcoli biliari e diverse malattie del fegato. Inoltre, sfatando alcune credenze popolari, il caffè non è legato a problemi di stomaco o digestivi, ma addirittura aumenta i livelli di batteri intestinali benefici come i bifidobatteri. Infine, il caffè è anche collegato alle secrezioni gastriche, biliari e pancreatiche, necessarie per la digestione degli alimenti.

Dalle 3 alle 5 tazzine al giorno per stare bene
In base a questa recentissima analisi, il consumo moderato di caffè – tra le 3 e le 5 tazzine al giorno – non solo non ha effetti negativi sull’organismo, anzi, ma addirittura potrebbe proteggere dal rischio di pancreatite e appunto dall’insorgenza di calcoli. Saranno  necessarie ulteriori ricerche per confermarlo, ma sono sono sempre di più gli studi scientifici che mettono in evidenza le tante proprietà benefiche del caffè.