Prima di dormire meglio un caffè che un bicchiere di vino

8461

Da sempre si sente dire che il caffè bevuto la sera potrebbe compromettere la qualità del riposo notturno. Beh, non è proprio così. A parte che il consumo di caffè anche quando è buio è stato ampiamente sdoganato, ora arriva una ricerca che rivela che sono altre le abitudini anti-sogni d’oro. Uno studio della Florida Antlantic University, del Mississippi Medical Center, delle università di Harvard e di Emory ha infatti scoperto che se si bevono alcolici nelle 4 ore che precedono il sonno si hanno molte più probabilità di interruzioni rispetto a quanto può succedere bevendo caffè.

Gli effetti di caffeina, nicotina e alcol sul sonno
I risultati, pubblicati sulla rivista Sleep, suggeriscono anche che la nicotina, specialmente se fumata o svapata la sera, è fortemente legata all’insonnia. Per arrivare a queste conclusioni, nello studio sono stati coinvolti 785 afroamericani per 14 anni. Dopo un attento monitoraggio, è emerso che la caffeina ha un impatto davvero limitato sul sonno. Mentre, dopo aver bevuto alcolici, venivano regolarmente segnalate notti insonni, spesso dopo un aperitivo, ma più comunemente succedeva se la persona beveva più vicino al momento di coricarsi. Ma la principale nemica dei bei sogni, però, resta la nicotina: chi la assume tendeva a dormire 43 meno rispetto ai “colleghi” non fumatori.