Pausa caffè green, l’Università di Cagliari è un esempio in Europa

24931

 Contenitori completamente riciclabili e scarti di macinatura conferiti ai centri di compostaggio, per il riutilizzo nella produzione di concime organico destinato alle piante. Sono questi gli elementi che rendono la pausa caffè dell’Università di Cagliari così green da meritare un riconoscimento da parte della Commissione Europea sugli appalti verdi delle Pubbliche Amministrazioni (Green Public Procurement), che ha additato il caso dell’ateneo sardo come good practice. 

Coffee break rispettoso dell’ambiente
L’Università di Cagliari ha deciso di affidare gli spazi per il ristoro ai soli concessionari che servono le bevande calde o fredde in contenitori rispettosi dell’ambiente, cioè in tetrapack. La gara è stata bandita lo scorso novembre, quando la rettrice dell’Università era ancora Maria Del Zompo, che per l’occasione aveva ricevuto i complimenti via social dell’allora ministro dell’Istruzione Università e Ricerca, Gaetano Manfredi, oggi sindaco di Napoli.