Oggi è la Giornata Mondiale delle Api: senza di loro, addio a caffè e cioccolata

7387

Sapevate che se le api si dovessero estinguere dovremmo dire addio per sempre a caffè e cioccolata? L’importanza di questi piccoli insetti, fondamentali per l’impollinazione di tantissime piante, è ribadita oggi in occasione della Giornata Mondiale delle Api. Riconosciuta dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e condivisa da 117 paesi del mondo, la Giornata dedicata all’apicoltura vuole sottolineare il ruolo e importanza delle api e di altri impollinatori dal punto di vista economico, sociale e ambientale: tali insetti sono gravemente minacciati dagli effetti combinati del cambiamento climatico, dell’agricoltura intensiva, dei pesticidi, della perdita di biodiversità e dell’inquinamento. Oltre il 75% delle colture alimentari mondiali dipendono in una certa misura dall’impollinazione per resa e qualità. L’assenza di api e di altri impollinatori eliminerebbe la produzione di caffè, mele, mandorle, pomodori e cacao, per citare solo alcune delle colture che si basano sull’impollinazione.

Api, capaci si misurare la salute ambientale
Le api sono sentinelle dell’ambiente perché forniscono informazioni utili sullo stato di salute dell’ecosistema. Per l’Italia, sottolinea la Fai-Federazione Apicoltori Italiani, sarà la “Giornata Mondiale dell’Ape Italiana”, una sottospecie di ape autoctona quella del Belpaese, che si è propagata in poco più di un secolo in tutto il Pianeta e che risulta diffusa, apprezzata e presente su scala planetaria. “Un caso unico – spiega ancora Fai – che motiva ancor di più le ragioni dell’orgoglio e dell’impegno della comunità apistica nazionale a tutelare e salvaguardare questo prezioso patrimonio della nostra biodiversità”. La Giornata Mondiale delle Api, sottolineano Confagricoltura e Fai, “deve essere l’occasione per promuovere presso l’opinione pubblica iniziative per far conoscere di più la vita delle api, il loro ruolo nel preservare la biodiversità”.