L’effetto della caffeina dura per 5-6 ore, dopo si riduce della metà

7007

L’effetto della caffeina si fa sentire nell’organismo per 5-6 ore, a partire da 15-45 minuti dopo l’assunzione. Nel dettaglio, 6 ore dopo aver sorbito la bevanda, nell’organismo è ancora presente circa la metà della dose di caffeina assunta, metà che in media è pari a circa 25 mg (anche se la quantità di caffeina dipende da una serie di fattori, il più importante dei quali è il metodo di estrazione).

Gli effetti della caffeina sull’organismo
Ma come agisce la caffeina sull’organismo? Innanzitutto con un funzionamento dose-dipendente, per cui il suo effetto stimolante è tanto più forte quanto maggiore è la quantità assunta.

“Sul fronte della chimica, la caffeina agisce bloccando l’adenosina, un neurotrasmettitore depressivo del sistema nervoso centrale, con effetto calmante e “rallentatore” del cervello.

Quando l’adenosina viene bloccata, le ghiandole surrenali iniziano a secernere l’adrenalina, l’ormone responsabile del comportamento “combattimento o fuga”, che determina l’aumento della frequenza cardiaca, della pressione sanguigna, della temperatura corporea e del livello di zucchero nel sangue. Altre effetti del blocco esercitato sull’adenosina sono l’innalzamento del livello di dopamina, associato all’innalzamento dell’umore. Attenzione però al fatto che nei fumatori la permanenza della caffeina nell’organismo si riduce di circa la metà. Dopo circa tre ore, quindi, il livello di sostanza stimolante si è già ridotto della metà. Anche per questo, forse, chi fuma tende a bere molti caffè.