Lavazza, il Grande Slam si gioca con il caffè Made in Italy

1608

Da sempre caffè fa rima con tradizioni italiane, in tutto il mondo. Non fa eccezione nemmeno il circuito internazionale del grande tennis, che vede come partner proprio un caffè italianissimo. Lavazza, uno dei brand per eccellenza del Made in Italy, rinnova la sua presenza agli Australian Open per il quarto anno consecutivo, confermandosi l’unica azienda al mondo partner di tutti i tornei del Grande Slam.

Diffondere la vera cultura del caffè italiano
“Puntiamo a diffondere la vera cultura del caffè italiano”, spiega Marco Lavazza, vicepresidente del Gruppo che nel 2018 ha servito oltre un milione di caffè dando vita, torneo dopo torneo, al bar più grande del mondo. Dopo la fondazione nel 2015 della consociata Lavazza in Australia, guidata da circa un anno da Silvio Zaccareo, prosegue l’impegno dell’azienda a garantire il mantenimento dell’italianità dei prodotti. Per questo, in occasione degli Australian Open, nella ‘terra dei canguri’ vengono lanciate tre nuove miscele di alta qualità per il mercato del fuori casa – Kafa, ¡Tierra! Brasile e ¡Tierra! Colombia. La particolarità è la tostatura, effettuata localmente. “Lavazza è l’unico brand al mondo ad essere partner dei quattro tornei del Grande Slam e lo sarà anche quest’anno – dice all’Ansa il vicepresidente Lavazza – La presenza agli Australian Open riconferma la nostra volontà a proseguire con la strategia di internazionalizzazione del brand in un mercato chiave e dinamico come quello australiano, che apprezza i valori del Made in Italy”.