Intollerante al glutine? Occhio al caffè che bevi

17346

Attenzione al caffè se siete intolleranti al glutine. Secondo il dottor Peter Osborn, autore del libro “No grain, no pain”, in persone predisposte la caffeina provocherebbe uno stato di infiammazione, scatenando una risposta autoimmune che porterebbe, tra le altre cose, anche ad una carenza di vitamine e minerali. Questo sarebbe da imputare appunto ad una reattività incrociata tra glutine e caffeina, la cosiddetta cross reaction.

Via libera al decaffeinato
Non tutti i tipi di caffè, però, sono da evitare. Se i meno consigliati si sono rivelati essere i caffè istantanei e alcuni macinati, quelli da coltivazione biologica e macinati al momento sembrano in generale meglio tollerati da chi soffre di celiachia.

“Ovviamente, siccome la sostanza ‘incriminata’ è la caffeina, semaforo verde per i decaffeinati.”

Attenzione infine alla differenza tra celiachia, che è una vera e propria malattia autoimmune, e l’intolleranza al glutine (o gluten sensitivity), sindrome che comporta una serie di sintomi dovuti alla cattiva digestione della proteina presente in pane, pasta e altri prodotti a base di grano o cereali come farro, orzo, segale.