Il profumo caldo del caffè

4380

“C’era nella stanza un profumo caldo, familiare, si sarebbe detto persiano.Veniva dal caffè forte che Sua Maestà aveva bevuto da poco; lo si faceva bollire sopra una piacevole fiammella che ardeva libera in un’apposita coppa di ceramica; essa non si era ancora spenta e ricordava un fuoco sacrificale”.
Joseph Roth