Il “mosaico del caffè”: l’incredibile storia, dall’imperatore Caligola a New York (e ritorno)

23215

La notizia più recente è che un mosaico che decorava i pavimenti delle navi dell’imperatore Caligola, assassinato nel 41 d.C, è entrato a far parte della collezione del Museo delle Navi romane che si trova a Nemi, vicino alla capitale. Niente di sensazionale, vero? Però quel mosaico, fino a pochi anni prima e per diversi decenni, era stato il tavolino del caffè della collezionista e critica d’arte Helen Fioratti, a New York. Ed era così bello da essere rimasto bene impresso nella memoria di chi aveva preso il caffè su quel tavolino e poi, per puro caso, aveva partecipato alla presentazione di un libro dell’architetto Dario Del Bufalo, che tra le diverse immagini aveva pure lo stesso mosaico, considerato perduto. 

Foto DRM Lazio

Il ritorno a casa
Dalla semplice osservazione “ma questo è il tavolino del caffè di Helen”, il Ministero dei Beni Culturali è partito per esaminare l’opera, riconoscerla e… riprendersela, riportandola a “casa”. La Fioratti, inconsapevole del suo straordinario valore storico, aveva acquistato il mosaico negli Anni 60, a Roma. Riconosciuta la sua buonafede, è stato commissionata una copia dell’opera, in modo da non privare l’esperta d’arte del mosaico sul quale per 50 anni aveva appoggiato tazzine e caffè.