Il cappuccino? Si fa con la moka

20371

Puristi del caffè tradizionale, cultori del cappuccino, fermatevi qui. Questa notizia non fa per voi. Vi farà gridare allo scandalo, vi farà pensare che non c’è più nulla di sacro. Ma il web, e soprattutto i social, sono dissacratori per definizione. E infatti pullulano di video e tutorial su come fare “cappuccini mai visti”. Alcuni richiedono la santa pazienza di montare il latte a mano, altri usano il più tradizionale degli strumenti, la moka, per unire in modo istantaneo i due ingredienti, fin dall’inizio.

Il sapore è buonissimo!
Sì, avete capito bene: nella caldaia al posto dell’acqua si mette il latte, e nel filtro il solito caffè, sempre rigorosamente non pressato. Poi si chiude bene, si mette sul fuoco…et voilà un beverage alla caffeina veramente post-moderno. La schiuma di solito non è particolarmente consistente, ma il sapore è ottimo. Per la migliore riuscita l’ideale è utilizzare il latte parzialmente scremato (quello intero è più pesante e fa più fatica a “venir su”, peggiorando un po’ la qualità dell’ingrediente caffè). Non resta che provare!