Il caffè, quando ispira gli artisti

4245
Francisco De Zurbaran, “Piatto di Cedri”

Piacere quotidiano, ma anche ispirazione e musa per gli artisti. La tazza di caffè, infatti, è stata nei secoli una vera protagonista dell’arte. Sin dal suo arrivo in Europa e in Italia, infatti, il caffè è diventato immediatamente un soggetto amatissimo dagli artisti. Ad esempio il pittore Francisco De Zurbaran lo celebra nel quadro “Piatto di Cedri”), mentre il francese Manet ha realizzato il famoso dipinto “Donna con Caffettiera”. E non è rimasta insensibile nemmeno la musica: il celebre compositore Bach, infatti, ha dedicato al caffè addirittura una ballata, la Kaffeekantate. Si dice anche che Beethoven ogni mattina si preparasse un caffè esattamente con 60 grani.

Balzac in cima alla classifica
Tra i maggiori “coffee addicted” si colloca però Honoré de Balzac: del re dei romanzieri di Francia si parla spesso, citando le sue (si dice) 50 tazze quotidiane. Fu questo amore a portarlo verso la stesura di un piccolo Trattato sul caffè (parte del Trattato sugli eccitanti moderni), appendice a un’edizione della “Fisiologia del gusto” del gastronomo Brillat-Savarin.