Il caffè è amico dell’intestino. E funziona come un farmaco

22039

Il caffè aumenta la capacità di contrazione della muscolatura liscia dell’intestino, aiutandone la regolarità. Lo sostengono gli specialisti che hanno partecipato alla Digestive Disease Week di San Diego in California, sottolineando la possibilità di usare la bevanda anche per combattere la costipazione che si verifica spesso in seguito agli interventi chirurgici addominali, proprio come se fosse un farmaco.

Stesso effetto con il decaffeinato
In base alle osservazioni degli studiosi, che hanno condotto la ricerca su un gruppo di topi, l’azione naturalmente lassativa del caffè deriva da due fattori: l’effetto sul microbiota intestinale e l’effetto di stimolo sulla contrazione dei muscoli digerenti. Sembra non esserci legame, invece, con la caffeina, visto che la capacità naturalmente lassativa non cambia somministrando la bevanda decaffeinata.