Il caffè? Arriva al cervello, parola di Luciano De Crescenzo

4696

“Anziché scendere seguendo il consueto percorso di qualsiasi bevanda il caffè sale, piano piano, si sistema nel cervello e resta lì, solleticandolo di tanto in tanto come un piacevole ricordo”.

Appassionato di espresso
Lo ha scritto Luciano De Crescenzo, da poco scomparso, nell’introduzione al volume Mondo caffè, di Andrea Cuomo e Anna Muzio uscito da poco. E probabilmente è una delle ultime cose scritte dall’ingegnere-filosofo famoso anche per la sua passione per il caffè.

Foto: Augusto De Luca
https://www.flickr.com/photos/[email protected]/9112314061/sizes/o/in/photostream/