Il caffè allontana diversi tipi di tumore: la “sentenza” dell’American Cancer Society

12682

Da semplice piacere a vero e proprio elisir di lunga vita: il caffè non solo è buono, ma fa bene. Anzi benissimo. E’ non è una credenza popolare, ma una vera e propria evidenza scientifica decretata dalla serissima American Cancer Society che, nelle sue nuove linee guida, promuove il caffè quale antitumorale. In base agli ultimi dati, la bevanda più gustosa che ci sia è un valido aiuto nel prevenire 5-6 tipi di cancro, quali quello al fegato, all’endometrio, alla bocca (faringe e laringe), al tratto digerente e il melanoma. Insomma, l’espresso è un prezioso alleato nella prevenzione di diverse, serissime malattie. Un’ottima notizia per tutti i coffeelover!

Un concentrato di proprietà salutari
Il merito di questi superpoteri risiede proprio nella composizione del caffè, che è ricchissimo di sostanze quali caffeina, flavonoidi, lignani e altri polifenoli che contribuiscono a contrastare lo stress ossidativo, varie forme di infiammazione e sono fondamentali per mantenere sano l’organismo. Insomma, non solo il caffè non fa male – come si diceva, sbagliando una volta – ma riveste invece un ruolo protettivo verso tante patologie. Oltre a contrastare l’insorgenza dei tumori, una buona tazzina – non più di 4 o 5 al giorno, però –  aiuta anche a mantenersi concentrati, a far “lavorare” la memoria e a tenere alla larga i cali cognitivi tipici dell’avanzare dell’età. Caffè promosso!