Il caffè ai piedi: le sneaker eco-chic realizzate con i fondi

23730

Ti piace così tanto il caffè che vorresti addirittura indossarlo? Nessun problema: ci sono le scarpe realizzate con gli scarti di caffè. Proprio così: l’azienda finlandese Rens ha creato una sneaker impermeabile realizzata con avanzi di caffè e bottiglie di plastica riciclate.
“Quando abbiamo iniziato, ci siamo resi conto che solo il 5% dei rifiuti di caffè nel mondo veniva effettivamente riciclato” afferma il co-fondatore e Ceo di Rens Jesse Tran. “E gli scarti di caffè sono sì un rifiuto biologico, ma in realtà producono molto metano, che è circa 32 volte più potente del gas serra CO2. Quello che facciamo è estendere il più possibile il ciclo di vita del caffè”.
Un paio di scarpe della compagnia finlandese contiene circa 300 grammi di rifiuti di caffè, l’equivalente di 21 tazze. Gli scarti vengono lavorati e poi combinati con pellet di plastica provenienti da bottiglie riciclate per realizzare un filato di poliestere per la parte superiore della sneaker. La suola invece è in gomma naturale.

Sostenibilità a tutto tondo
E’ dal 2019 che l’azienda di Helsinki ha iniziato a distribuire i suoi prodotti, grazie a due round di finanziamenti ottenuti attraverso campagne di raccolta fondi online. Oggi è arrivata già a prodotti di seconda generazione, come le sneaker Nomad che vengono vendute a 109 dollari in preordine. “Vogliamo essere un marchio che realizza prodotti sostenibili, ma belli e performanti” afferma una nota di Rens. Che ha anche dichiarato che compenserà tutte le emissioni climatiche derivanti da produzione, imballaggio, distribuzione e spedizione per rendere le sue nuove scarpe Nomad a emissioni zero.
Il successo delle sneakers al caffè ha spinto l’azienda a progettare altri capi di abbigliamento, diventando così a pieno titolo un marchio di abbigliamento sportivo sostenibile.