Fondi di caffè in cucina, un toccasana contro obesità e ipertensione

12314

Concime naturale ed economico, rimedio utile per allontanare le zanzare e per finire arma preziosa per eliminare i cattivi odori dal frigorifero. Gli impieghi dei fondi di caffè sono davvero tanti, ma a quelli per la casa e il giardino adesso sembra potersene aggiungere uno nell’alimentazione. Una ricerca dell’University of Southern Queensland, in Australia, ha studiato gli effetti dell’introduzione dei fondi di caffè nella dieta dei topi. Come spiega Lindsay Brown, il professore che ha guidato la ricerca pubblicata sulla rivista scientifica americana Faseb, “I topi hanno ingerito grandi quantità di fruttosio, di latte condensato e di grassi saturi e di conseguenza sono diventati obesi, con un’alterata tolleranza al glucosio e danni cardiovascolari ed epatici, tutte condizioni che si verificano anche sugli umani”.

Migliorano linea e pressione
Ma tutto è migliorato in seguito alla somministrazione di fondi di caffè. “Dopo otto settimane – dice ancora Brown – abbiamo visto tornare la pressione sanguigna al normale e il miglioramento della steatosi epatica. Abbiamo anche esaminato i batteri intestinali correlandoli alla riduzione in obesità e al miglioramento nella tolleranza al glucosio e nella pressione sanguigna sistolica. Certo, una cosa possono essere i topi, altra gli esseri umani. Per non perdere tempo, Brown ha iniziato il test su se stesso, asciugando i fondi in forno per 2-3 ore a circa 60 gradi. Questi vengono poi aggiunti all’impasto per il pane o per i dolci. Volete provare? E perché no…Come afferma Brown, “non si noteranno cambiamenti immediati, ma è probabile col tempo una riduzione dell’obesità e un miglioramento dell’ipertensione sanguigna”.