Dieta e caffè al ginseng, meglio di no

23508

Purché amaro, il caffè è un alleato della dieta. Una tazzina apporta infatti solo 2 Kcal e in più ha un effetto di stimolo sul metabolismo. In seguito all’assunzione di un caffè, l’organismo aumenta il dispendio energetico di circa 20 Kcal. Lo stesso discorso, però, non vale per il caffè al ginseng.

Troppi “extra”
Infatti, la maggior parte delle miscele utilizzate nei bar, nei distributori automatici e nei prodotti per prepararlo a casa contiene ben poco ginseng e una serie di ingredienti come latte, zucchero, grassi, aromi e stabilizzanti. In particolare, il caffè al ginseng risulta spesso contenere olio di cocco e glucosio, responsabile di un immediato aumento dello zucchero nel sangue, a cui poco dopo segue un abbassamento altrettanto repentino che fa scattare lo stimolo della fame, rendendo così più difficile rispettare le indicazioni della dieta.