Coltivare il caffè e il cacao: i giovani del Camerun imprenditori con New Generation

9662

Il caffè come risorsa e come futuro, anche occupazionale. È la filosofia del progetto socio-agricolo ‘New Generation’, che in oltre 7 anni ha favorito la formazione di oltre 2.000 giovani del Camerun, che dopo tre anni in aula e sul campo diventano imprenditori agricoli capaci di produrre autonomamente cacao e caffè di grande qualità. Come riferisce l’Ansa, il progetto è promosso dal Cocoa and Coffee Interprofessional Council e sostenuto da Accademia nazionale di agricoltura, Università di Bologna, Consolato onorario del Camerun di Milano e Associazione per gli scambi Italia-Camerun (Asica).

I primi risultati
I primi risultati sono stati valutati durante una missione della Delegazione commerciale italiana in Camerun. New Generation prevede l’organizzazione di corsi triennali di formazione per i giovani dei villaggi rurali ai quali, al termine degli studi, vengono assegnati dallo Stato un minimo di 5 ettari di terreno per realizzare le piantagioni. Per i primi tre anni, ogni ragazzo deve piantare almeno un ettaro di caffè o cacao ogni anno. I diplomati della scuola agraria sono annualmente circa 300, che diventano così piccoli imprenditori agricoli, con la necessità di coordinarsi in un valido sistema cooperativo, migliorare e qualificare la produzione e organizzare la commercializzazione. Il ruolo dell’Accademia di agricoltura e dell’Università di Bologna è quello di collettori fra le parti fornendo supporto alla divulgazione tecnica e scientifica.