Colazione al bar, il caffè diventa da “meditazione”

4025

Gli italiani rimangono legati alla classica colazione con caffè e brioche.  Il tipico espresso, rispetto a cappuccini o caffellatte, ha ancora il dominio assoluto raccogliendo ben il 95% dei consensi. Però iniziano a farsi strada altre mode e altri modi di consumo. Già, perché il caffè sta diventando, più che un veloce piacere, una bevanda da “meditazione” da gustare in pieno relax, in un’atmosfera piacevole e di design, seguiti da un barista esperto capace di illustrare le caratteristiche del caffè.  E’ quanto emerge dalla guida Bar d’Italia del Gambero Rosso nell’edizione 2019, appena presentata.

Cultura dell’espresso, crescono interesse e qualità
Tra le principali novità indicate dalla guida, spicca il fatto che la cultura del caffè in Italia è in grande crescita, a tutto vantaggio della qualità complessiva, riporta Askanews. E sempre più addetti e consumatori rivolgono una maggiore attenzione alla materia prima. I clienti di oggi sono attenti ai dettagli e naturalmente all’aspetto salutistico: nei bar di nuova generazione è sempre più frequente trovare in “menù” anche pane e marmellata fatti in casa, yogurt, estratti e centrifughe, torte home made.

Tre new entry nella guida
Per quanto riguarda la guida, quest’anno sono tre i nuovi ingressi nell’Olimpo dei Tre Chicchi e Tre Tazzine: Gilli di Firenze; Bar Zucca di Torino; Spazio Pane e Caffè di Roma. Il vincitore del premio illy Bar dell’Anno è andato a La Pasqualina di Almenno San Bartolomeo (BG) per “la qualità assoluta dei prodotti, per la ricerca senza sconti della salubrità e l’attività didattica e di diffusione della cultura alimentare”. Menzione speciale a Staccoli Caffè di Cattolica.