Che bel colore, è fatto col caffè

26498

 Filati pregiati e fondi di caffè, per ottenere plaid e coperte. E adesso anche la seta, in meravigliosi toni caldi e bruni. Nel lanificio Bottoli di Vittorio Veneto (TV) una nuova tecnologia permette di tingere utilizzando i prodotti di scarto di bar e ristoranti. Duplice il vantaggio per l’ambiente: ridurre il consumo di coloranti chimici e dare nuova vita e nuova utilità ai fondi di caffè, altrimenti un semplice rifiuto. I tessuti “al caffè”, realizzati grazie alla collaborazione con Dersut, entreranno a far parte della prossima collezione, la primavera estate 2023. Dei 2.500 disegni differenti che l’azienda presenterà al prossimo Salone italiano del tessile Milano Unica, l’1 e 2 febbraio, circa il 40% sono ottenuti con prodotti ecofriendly.

Non solo tessuti
E non finisce qui. Come riferisce Il Sole 24 Ore, questo primo riutilizzo dei fondi di caffè potrebbe aprire la porta al loro impiego in un innovativo metodo di filtrazione e depurazione delle acque reflue. Insomma, il caffè è sempre più utile e sempre più buono, in tutti i sensi.