Caffè verde, il vantaggio della caffeina a lento rilascio

13582

 Meno caffeina, ma che “dura di più”. Siamo abituati a gustare la bevanda che si ricava dai chicchi tostati, ma anche il caffè verde, cioè crudo, ha il suo perché e i suoi vantaggi. Innanzitutto, da un punto di vista nutrizionale, il caffè verde è ricco di acido clorogenico, un potente antiossidante, e di vitamina B6, tiamina, riboflavina, niacina, folati, calcio, magnesio, fosforo, potassio, zinco. Rispetto al caffè tostato, quello verde contiene una quantità minore di caffeina, che tra l’altro viene rilasciata in modo più graduale, permettendo di godere più a lungo dei benefici in termini di aumento dell’attenzione, vitalità e resistenza. La differenza nei tempi di assorbimento è data dal fatto che nel prodotto crudo la sostanza eccitante si lega con l’acido clorogenico, rallentando l’effetto di quella molecola nervino-stimolante che è la caffeina.

Quante proprietà
Sempre l’ “abbinata” con l’acido clorogenico è all’origine di un’altra grande qualità del caffè verde, l’effetto anti-ipertensivo. Ancora, il caffè crudo è meno acido di quello “normale”, risultando così meglio tollerato anche da chi ha lo stomaco particolarmente delicato. A pari merito con la bevanda ottenuta dal caffè tostato, invece, quello verde è utile nel controllo della glicemia, perché attivo nella riduzione dell’assorbimento del glucosio e dei grassi. Anche per quest’ultima proprietà, risulta prezioso nel prevenire malattie cardiovascolari. Trovare il caffè verde non è sempre semplicissimo, però: su CialdaMia, il portale on line del caffè in cialde e capsule delle migliori marche, ovviamente c’è! Se volete provare la versione del caffè crudo, basta solo entrare nel sito, registrarsi, ordinare le referenze preferite… e il caffè è subito servito, con consegna direttamente a casa!