Caffè, i trucchi per renderlo ancora più salutare

7752

Ricco di antiossidanti, benefico per il cuore e alleato nella prevenzione dei tumori, del diabete di tipo 2 e del Parkinson, il caffè fa bene e si sa. Ma con qualche accortezza può fare ancora meglio. Per esempio, chi beve un bicchiere d’acqua prima del caffè ne sfrutta al meglio le proprietà diuretiche (e quindi depurative), senza incorrere in quella lieve disidratazione che porta affaticamento fisico e mentale. Il suggerimento per chi non lo ama amaro, invece, è quello di evitare i dolcificanti artificiali, senza calorie ma comunque in grado di stimolare l’appetito. Per non rinunciare a una nota di dolcezza, meglio il miele, ricco di vitamine e oligoelementi, o anche il “solito” zucchero, ricordando però la raccomandazione dell’American Heart Association.

“La dose giornaliera di zucchero non deve superare i 6 cucchiaini”.

Compresi quelli “nascosti” in dolci e biscotti, ovviamente.

Con le spezie diventa super
Per trasformare il caffè in una super – bevanda, poi, lo si può arricchire con cannella, noce moscata o chiodi di garofano, che possono semplicemente essere aggiunte nella tazza, nella quantità preferita. Considerate spezie dolci, hanno l’effetto di “ammorbidire” il gusto e soprattutto di aggiungere antiossidanti, notoriamente preziosi per combattere l’azione dei radicali liberi e quindi l’invecchiamento cellulare. Da non dimenticare, in fatto di antiossidanti, il re della categoria, il caffè, che ne contiene più di tutti e si può facilmente aggiungere in polvere, in uno degli abbinamenti più gratificanti per il palato.