Caffè e limone per il mal di testa. E (nella giusta quantità) per il gusto

2227

Il mal di testa, cefalea con termine medico, è uno dei disturbi più comuni. Chi ne soffre spesso e con notevole intensità deve sicuramente rivolgersi al medico. Tutti gli altri possono provare il rimedio casalingo di spremere mezzo limone in una tazzina di caffè espresso amaro e bollente. 

Tutti gli altri possono provare il rimedio casalingo di spremere mezzo limone in una tazzina di caffè espresso amaro e bollente.”

Perché funziona

L’abbinamento tra caffè e limone sembra utile per combattere il mal di testa causato dall’allargamento dei vasi sanguigni. Infatti, il potere vasocostrittore della caffeina viene potenziato dal succo di limone, che ha l’effetto di salificare la caffeina, aumentandone l’assorbimento da parte dell’apparato digerente. Di solito si sta meglio nel giro di una decina di minuti. 

Se la ricetta non è precisamente esaltante per le papille gustative (diciamo la verità, bisogna costringersi a bere la mistura) l’abbinamento tra il caffè e il limone è invece gradevolissimo con qualche accortezza. E non a caso è una specialità proposta spesso sulla Costiera Amalfitana, patria degli ottimi agrumi. Per un caffè al profumo di limone, il consiglio è quello di strofinare la scorza del limone (zeste, come si dice ormai nella cucina moderna) nell’interno della tazzina, prima di versare il caffè. Per un sapore leggermente più deciso – e un effetto più coreografico – si può servire il caffè nella tazzina con una scorzetta, avendo sempre cura di escludere la parte bianca, quella a contatto con il frutto, che conferisce un sapore amaro che non si lega bene con l’amaro del caffè.

.