Caffè d’orzo promosso a pieni voti: non è vero che fa male

5973

Il caffè d’orzo è una bevanda energizzante (è ricca di amido, carburante subito disponibile) senza essere eccitante. E in più è ricca di vitamine e sali minerali, con pochissimi grassi. Insomma – come già sapevano gli antichi romani, che ne erano consumatori – fa bene. È questa la conclusione della scienza a fronte dei dubbi sollevati di fronte alla presenza nella bevanda di acrilamide, una sostanza cancerogena che si forma durante la cottura ad alte temperature degli alimenti ricchi di carboidrati e di un aminoacido, l’asparagina.

Niente rischi
Infatti, la presenza di acrilamide è molto modesta (a differenza di quanto non sia per esempio nelle patatine), simile a quella contenuta nei cracker, nei biscotti e nel pane. Attenzione invece nel caso di celiachia. L’orzo è infatti un cereale che contiene naturalmente glutine, assolutamente bandito per chi soffre di questa intolleranza.