Caffè, boom dell’e-commerce: acquisti online a +170%

14664

 Anche in tempi di Covid-19, pure in lockdown, gli italiani non hanno voluto rinunciare al caffè. Semplicemente, invece che al bar, lo hanno consumato a casa. Come riporta Il Sole 24 Ore, in base a un’indagine della Fipe sono 147mila i bar in Italia, con una produzione di circa 6 miliardi di tazzine di espresso vendute all’anno, con un volume d’affari che tocca i 6,6 miliardi annui. Ovviamente il settore ha vissuto e vive delle oggettive difficoltà, che si spera possano essere superate presto. Allo stesso tempo, però, con il calo dei consumi nei locali dovuto al blocco si è registrato un aumento dell’e-commerce: la vendita online di caffè  ha messo a segno una crescita del +170% rispetto allo stesso periodo del 2019.

La parola agli operatori del settore
“In questa fase di emergenza le modalità di acquisto e consumo sono decisamente cambiate” spiega al quotidiano economico Igor Nuzzi, regional director Italy & Switzerland del Gruppo Lavazza. “Mi riferisco, ad esempio, all’utilizzo massivo dell’e-commerce che cresce del +178% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, del take away, dell’aumento dei consumi domestici di caffè a causa del lockdown e dello smartworking a discapito dei consumi fuori casa. La nostra strategia nel breve termine per questo canale non può non tenere conto delle difficoltà del periodo e sarà volta in primis a delle azioni concrete di vicinanza e sostegno verso i nostri clienti maggiormente colpiti: da supporti per favorire la ripartenza all’invio di speciali kit con le informazioni e i materiali da utilizzare per la fase di riapertura, per continuare ad assicurare la qualità del prodotto e del servizio in condizioni di totale sicurezza”.