Caffè appena svegli? Con la frutta è da 10 e lode

23759

Il caffè a digiuno è una “tentazione” (o un’abitudine) per molti: il profumo invade la stanza, la mente si rischiara e le energie ritornano. E tutto sembra più facile, senza la necessità di fare nient’altro. Perfetto, anzi grandioso, ma con piccoli accorgimenti il caffè del mattino si può trasformare in un vero appuntamento con la salute, dando all’organismo la giusta carica per affrontare la giornata con energia, ma senza ansia. Il punto di vista della scienza, infatti, è che il mattino è il momento nell’arco delle 24 ore con il massimo livello di cortisolo, il cosiddetto ormone dello stress. Bere caffè fa aumentare la produzione di cortisolo, potendo così dare luogo a un vero e proprio picco.

I consigli dell’esperto
I consigli dei nutrizionisti per iniziare la giornata con i giusti nutrienti prevedono di consumare un pasto in grado di fornire almeno il 25% delle calorie quotidiane, ad esempio abbinando al caffè carboidrati integrali, frutta e uno yogurt. Se tutto questo è davvero troppo per chi sogna un caffè e nient’altro, un giusto compromesso può essere rappresentato dall’abitudine di accompagnare il caffè con un bel bicchiere d’acqua e un po’ di frutta. Uno degli effetti della bevanda più famosa del mondo (anche da questo deriva il suo potere digestivo) è quello di aumentare la secrezione di acidi nello stomaco, aumento non vantaggioso al mattino a digiuno. Per riportare l’equilibrio è importante bere, in modo da diluirli, e assumere alimenti “anti-acido”, come ad esempio la banana, ricca di potassio e per questo così preziosa in estate, o la papaya, vero e proprio super-food per l’elevato apporto di vitamine e nutrienti.