Caffè al ginseng, ecco perché piace tanto

3947

Anche se il classico caffè è stato ampiamente sdoganato dalla scienza come alimento sano e addirittura benefico per la salute, può capitare di voler assumere meno caffeina. O semplicemente di aver voglia di qualcosa di nuovo. In questo ambito si inserisce il boom del caffè al ginseng, sempre più consumato nei bar italiani e nelle case, anche in comode capsule. Ma cosa è davvero il caffè al ginseng? E quali effetti ha sulla nostra salute?

Dall’Asia con energia
Il ginseng è una radice che arriva dal’Asia, dove è utilizzata come cura per un’infinità di mali fin dai tempi antichi. Nel caffè al ginseng non c’è però solo la radice: la composizione prevede infatti un mix tutto naturale di chicchi di caffè (di solito, arabica) e ginseng, alla quale può essere aggiunta anche della crema di latte.  Dal gusto piacevole, il caffè al ginseng potenzia i normali effetti del classico espresso: ma mentre il caffè dà una sferzata di energia subito, il ginseng “lavora” con tempi più dilatati. Inoltre, il ginseng avrebbe effetti positivi nel contrastare lo lo stress, migliora l’appetito e stimola la digestione, potenzia la resistenza alla fatica, stimola le difese immunitarie e aumenta la capacità di concentrazione.