Cacao espresso, arriva l’alternativa al caffè

442

acqua bollente e cacao in polvere sono gli ingredienti della nuova bevanda presentata al Sigep di Rimini, il cacao espresso, che punta a imporsi sul mercato come l’alternativa al caffè. Come illustrato al Salone Internazionale di Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè, la nuova bevanda è allo stesso tempo simile e diversa dal contenuto della “classica” tazzina. Ecco perché.

Una piccola bevanda, un super food

Il cacao espresso è una bevanda di colore scuro, viene servita in tazza piccola ed è ricca di proprietà benefiche, grazie alla presenza di fibre, proteine, sali minerali e antiossidanti. Come l’ingrediente di partenza, il cacao, contiene anche una piccola quantità di caffeina, caratteristica che lo rende adatto anche al consumo di bambini e anziani. Senza latte e zucchero, che ovviamente possono essere aggiunti a piacere, il cacao espresso è light (fornisce poco più di 20 calorie) e ricco di teobromina, un alcaloide capace di stimolare il sistema nervoso centrale, il cuore e di migliorare la circolazione. Inoltre, svolge una blanda azione diuretica e secondo diversi studi è in grado di agire come sedativo verso forme non gravi di tosse e di asma.

Ma i suoi benefici non si fermano al solo aspetto fisico. Proprio come il cioccolato, il cacao espresso funziona come piccola iniezione di buonumore, grazie alla capacità di aumentare il livello di alcuni neurotrasmettitori come inducono sensazioni di benessere, come la serotonina, detto anche ormone della felicità, e la feniletilamina, la sostanza chimica che il nostro cervello produce quando ci innamoriamo.