Anche la Gran Bretagna scopre il caffè… Addio all’english tea?

1077

Che sia la fine di un’epoca? Anche gli inglesi sembrano aver scoperto il piacere del caffè e che lo stanno addirittura preferendo al tradizionale tè delle cinque. A cominciare dalla colazione. Il classico English breakfast, a base di tè, toast, burro, marmellata, uova e pancetta, sta infatti perdendo terreno a favore dell’abbinata caffè o cappuccino e brioche.

Le cause della trasformazione? Anche italiane

Il mondo cambia, si globalizza e anche gli stili di consumo si evolvono. Pure nella tradizionalista Inghilterra. La straordinaria “rimonta” del caffè si deve innanzitutto ai colossi della distribuzione, come Starbucks ma soprattutto a Costa Coffee, la seconda catena mondiale di caffetterie, fondata da due immigrati italiani, i fratelli Sergio e Bruno Costa, approdati in Gran Bretagna  negli anni ’60.

Il caffè negli anni è diventato più cosmopolita, più chic e addirittura più comodo da consumare anche mentre si cammina. Insomma, i gusti cambiano e i consumi pure: il tè è al momento ancora la bevanda più consumata dai sudditi della Regina Elisabetta, ma il destino pare tracciato.