1 ottobre, oggi è la Giornata Mondiale del caffè

9019

Oggi è la sue festa. In tutto il mondo, infatti, si celebra la Giornata Mondiale del Caffè. L’iniziativa è partita 5 anni fa per volere dell’International Coffee Organization e celebra non solo il caffè di per sè, ma anche e soprattutto il lavoro umano di milioni di persone in tutto il mondo. Il tema specifico scelto quest’anno dall’ICO è infatti la “sostenibilità economica del caffè”, con l’obiettivo di sensibilizzare sulle difficili condizioni di vita dei tantissimi contadini impiegati nella coltivazione dei nostri amati chicchi. Infatti, malgrado una crescita costante dei consumi, la filiera produttiva in 50 Paesi sta attraversando una delle crisi più pesanti, con quotazioni del raccolto anche del 30% inferiori ai listini degli ultimi 15 anni. Una vera e propria minaccia alla continuità produttiva soprattutto in aziende agricole a conduzione familiare. La Giornata Mondiale del Caffè lancia così una petizione online, una chiamata alle armi di tutti gli amanti di questa bevanda, per sostenere – anche partecipando a uno dei tanti eventi in cartellone – per cambiare il destino di 12 milioni di piccoli coltivatori, assicurando loro un reddito minimo vitale.

Bevuto dal 95% degli italiani
Quello con la tazzina di caffè è un appuntamento fisso per il 95% degli italiani, che lo ripetono anche più volte al giorno. Ma la passione per il caffè non si limita alla Penisola, è anzi un fenomeno global con quasi 3 miliardi di tazzine consumate ogni giorno nei quattro angoli del pianeta. Ed è il globo intero a celebrare il primo ottobre la Giornata Mondiale del Caffè. ”Noi italiani – hanno detto all’Ansa Andrea Cuomo e Anna Muzio, autori del libro Mondo Caffè – amiamo considerarci i depositari mondiali della cultura del caffè, i soli interpreti di quello “vero”, vale a dire l’espresso. A partire da questo prodotto, da noi inventato a fine Ottocento, abbiamo creato un primato che si manifesta in un italian way of life ammirato ovunque e in un vocabolario parlato da Napoli a New York, da Parigi a Singapore”. Il caffè è vincente anche in cucina: Cuomo e Muzio hanno svelato la presenza di questo ingrediente nella cucina di 30 grandi chef, dal caffelatte di capra di Annie Feolde agli spaghetti al caffè, ricotta e pancetta croccante di Alfonso Caputo.